Le isole tremiti, le perle del Gargano

Le Isole Tremiti sono un suggestivo arcipelago del basso Adriatico, territorio della regione Puglia. E’ possibile raggiungerle in pochissime ore di navigazione mediante dei traghetti che quotidianamente partono dal porto di Peschici. Un breve viaggio per ammirare non solo le isole, ma anche i colori e i profumi delle affascinanti coste del Gargano. 

L’intero arcipelago è zona protetta dal Parco Nazionale del Gargano, una riserva marina naturale particolarmente ampia e ricca di flora tipica di queste terre. 

Le Isole Tremiti offrono fondali marini unici, l’acqua limpida e la mancanza di correnti marine rendono l’arcipelago una tappa obbligatoria per tutti coloro che amano il mare.

Le isole che lo pongo l’arcipelago sono essenzialmente 5:

    • San Nicola;
    • San Domino;
    • Cretaccio;
    • Caprara;
    • Pianosa.

L’isola di San Nicola e di San Domino sono le uniche abitate dall’uomo, sulla prima troviamo gran parte degli uffici amministrativi dell’arcipelago, differentemente su San Domino troviamo la maggior parte delle strutture ricettive.

Le altre 3 isole rimanenti sono disabitate e ospitano le mitologiche Diomedee.

Di grande impatto emotivo sono i garriti di questi straordinari volatili, che ricordano i lamenti dei fanciulli. Molto interessanti sono i miti e le leggende legate a questi uccelli e del loro particolare legame con l’arcipelago. Si narra di un naufragio che condusse Diomede direttamente su queste isole, altre invece raccontano di un ritiro volontario in questo angolo di paradiso per trascorrere qui gli ultimi anni di vita.

Subito dopo la morte di Diomede, Venere la Dea della bellezza, dispiaciuta dell’accaduto trasformò i compagni di Diomede, in una particolare razza di gabbiani che ancora oggi è possibile vederli nei pressi della sua tomba, quasi a volerlo proteggere dalle intemperie e dallo scorrere del tempo.